#socialmedia #trends

 

Le best practice delle banche italiane sui SM

http://www.blogmeter.it/ricerche/2014/07/15/report-banche-italiane-social-media/Quali sono le banche italiane più discusse? E cosa influenza i picchi di discussione stessi? Hanno un sentiment migliore le banche fisiche o le banche online?

E ancora: quali istituti di credito sono leader su Facebook e Twitter? Quali strategie editoriali risultano più coinvolgenti? Dove vengono colte davvero le opportunità offerte dal social caring (e da chi)?

Nel caso siate curiosi di leggere tutta la nostra ricerca realizzata nel periodo di marzo-maggio 2014 (e nel caso vi siate persi il free webinar condotto da Vincenzo Cosenza e Eugenia Burchi) potete scaricare immediatamente il report completo. Via blogmeter.it

La chat mobile di Facebook passa soltanto per Messenger

http://www.viralia.it/blog/chat-mobile-facebook-passa-soltanto-per-messenger/#.U9f2qzk8lPM.twitterMolto presto tutti gli utenti mobile del social network in blu, dovranno utilizzare soltanto l’applicazione Facebook Messenger per inviare e ricevere i messaggi del social network di Zuckerberg

Facebook “sgancia” la sua funzionalità di messaggistica dall’app principale per accedere al social network. Già dai prossimi giorni, l’applicazione ufficiale Facebook, non consentirà più agli utenti mobile (sia iOS che Android) di utilizzare la popolare funzionalità. Facebook forzerà quindi tutti i suoi utenti a scaricare, installare ed utilizzare Facebook Messenger per la propria messaggistica, entrando quindi in diretta competizione con gli altri servizi in instant messaging mobile.

Facebook sottolinea i vantaggi di utilizzare Messenger in quanto più veloce del 20% rispetto all’app nativa. L’utilizzo di due applicazioni distinti e separate, sempre secondo fonti proveniente da Menlo Park, consentirebbe di implementare nuove funzionalità per gli utenti in maniera più celere.

Via viralia.it

Accenture: device mobili e social media cambiano il settore retail

http://www.techeconomy.it/2014/07/28/accenture-device-mobili-social-media-cambiano-settore-retail/Con l’ampliamento delle tecnologie digitali, i rivenditori hanno a disposizione potenzialità inedite per creare applicazioni ad hoc per conquistare la clientela. È quanto emerge dal rapporto Accenture Retail Technology Vision 2014 che esamina le principali tendenze della tecnologia in questo campo e delinea il loro impatto sul settore retail.

Gli ultimi cinque anni hanno cambiato il panorama delle vendite al dettaglio: oggi, ogni cliente è un cliente digitale, con delle crescenti aspettative circa la qualità e l’ubiquità della sua esperienza di shopping che dalla dimensione online si protrae fino alle attività in-store. È un cliente consapevole, che sa come gestire le transazioni e ne conosce ogni aspetto. Diventa quindi necessario mettere in campo risorse aggiuntive per conquistare il cuore di una clientela sempre più spesso corteggiata da un numero sempre crescente di operatori.

Allo stesso modo, le nuove forme di analisi e raccolta delle informazioni messe a disposizione dalle tecnologie stanno aumentando il livello di comprensione dei comportamenti dei clienti. Il continuo miglioramento delle infrastrutture permette infatti di supportare enormi quantità di dati e di analizzarli ed elaborarli in tempo reale. I rivenditori che vedono queste tendenze come opportunità hanno la possibilità di impostare il proprio business su più elementi: oltre a rafforzare le loro relazioni con i clienti, posso
no sfruttare efficacemente i dati a disposizione e ottimizzare le risorse professionali. Via techeconomy.it

La fase di lancio di una startup. Alcuni consigli

http://www.argoserv.it/fase-lancio-startup-alcuni-consigliNella fase di lancio di una startup l’imperativo è farsi conoscere dal maggior numero di utenti e potenziali consumatori e far circolare il proprio nome. Esistono vari modi per farlo e, in questo articolo, ti parlerò degli strumenti più utili e low budget per comunicare il lancio della tua startup. Via argoserv.it

 

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *