BLE Beacons: cosa sono?

estimote-beacon-product

estimote-beacon-productCome abbiamo visto ieri nell’articolo sul “Proximity Marketing” , per interagire in modo profondo con l’utente, questa nuova strategia di marketing si basa su un oggetto che si chiama Beacon. Come sempre, la mancanza di uno standard fa sì che ne esistano di diversi tipi, diversi per tipo di informazioni che possono fornire.

La tecnologia BLE (Bluetooth Low Energy) può essere utilizzata in due stati diversi: uno connesso ed uno in modalità advertising. Il primo stato si presenta connesso in modalità one to one, e l’interscambio avviene tra un dispositivo ed un’altro. La modalità advertising invece è quella utilizzata dai “marketing beacon” e lo stesso messaggio viene trasmesso in broadcast a qualunque app che sia in grado di riceverlo. In questo caso non è garantita la ricezione del messaggio sul dispositivo.

Fondamentalmente troviamo tre tipi di marketing beacon diversi:

  • iBeacons
  • AltBeacons
  • URI Beacons

iBeacons

Gli Apple iBeacon sono stati i primi beacon a comparire sul mercato, basati su tecnologia BLE. Gli iBeacon sono tecnologia closed source, di proprietà d Apple, però possono essere letti da qualunque dispositivo che supporti BLE. C’è un esteso ecosistema intorno agli iBeacon ed un numeroso pool di risorse disponibili per gli sviluppatori.

AltBeacon

Gli AltBeacon invece sono una tecnologia completamente open source, che si differenzia dagli iBeacons fondamentalmente per la dimensione del messaggio che viene trasmesso in broadcast. Per messaggio si intende una sequenza di caratteri, che solamente l’app che sa come sono codificati, può decifrare ed utilizzare. Nel caso degli iBeacon la dimensione di questo messaggio è di 20 bytes disponibili su 27  totali, mentre gli AltBeacon possono utilizzare fino a 25 byte dei 28 disponibili. Questo tipo di tecnologia è al momento meno utilizzata.

UriBeacon

UriBeacons sono un progetto di Google che sembra essere in forte sviluppo in questo momento. Differentemente dagli altri due tipi, gli URIBeacon trasmettono un URL nei 19 caratteri a disposizione. Capirete bene che questa trasmissione è veramente rivoluzionaria, in quanto consente di avere a disposizione l’intero database dei siti Internet. Inoltre, se ci pensate, li rende molto simili ai QRCode, con l’unica differenza che non serve stampare niente, ma che possono essere trasmessi via Bluetooth e per questo sono ben adattabili alle iniziative di Proximity Marketing.

Nel prossimo articolo approfondiremo dei casi d’uso della tecnologia Beacon nel mondo reale.

 

 

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BLE Beacons: cosa sono?

estimote-beacon-product
Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *